Piotr Szczurtek

piotr photo

M

i chiamo Piotr. Quest’ anno mi sono laureato in Geografia presso l’ Università di Lodz. Vivo in Polonia, in un piccolo villaggio chiamato Rogow. Per me è la mia prima volta in Italia e qui mi piace tutto (il cibo, la gente). Però la cosa più bella sono le conoscenze che ho fatto qui in ufficio e con gli altri volontari dei diversi paesi e spero di conoscere persone nuove con le quali stringere l’amicizia. Sono una persona positiva e allegra, mi piace scherzare, viaggiare perché così posso visitare posti nuovi. Amo anche la fotografia e il tennis. Quando sono arrivato in Italia non sapevo una sola parola d’italiano ma adesso ho già imparato molte cose e spero che presto imparerò l’ italiano (per ora mi aiutano google traduttore e la mia collega Ami). Attualmente è volontario del Servizio Volontario Europeo a Roseto degli Abruzzi dove svolge attività all’interno del Punto Europe Direct e del Centro Informa Giovani.

Alexandru Varzaru

Alexandru Varzaru

S

ono nato a Pitesti (Romania) il 14.06.1990 ,dove ho vissuto per 19 anni con la mia famiglia. Poi ho deciso di ambiare  citta e sono andato a studiare Relazioni Internazionali e Studi Europei nella citta di Timisoara presso L’Università dell’ Ouest. Mi piace suonare la chitarra, viaggiare, imparare nuove lingue  e soprattutto conoscere  persone nuove e ovviamente tifo per il Club più titolato al mondo,il Milan :D. Mi interessa molto la politica e mi piace parlarne. Detesto la routine perche non riesco ad essere felice se faccio sempre la stessa cosa. Di una cosa sono sicuro.. “So di non sapere” – Socrate Attualmente sono volontario del Servizio Volontario Europeo a Roseto degli Abruzzi dove svolgo attività all’interno del Punto Europe Direct e del Centro Informa Giovani. Mi trovate  all’ufficio di Informa Giovani e il mio indirizzo di posta elettronica è alexandru.varzaru@gmail.com

Carolina Ruiz Robles

carolina

S

i chiama Carolina, ha 24 anni e proviene da una città chiamata Murcia, Spagna. Laureata in Pedagogia presso l’Università di Murcia. Per lei è molto importante svolgere un lavoro gratificante. Ama lavorare come volontaria, aiutare gli altre persone, educare e fornire un’istruzione di qualità per tutti; bambini, giovani, anziani o persone a rischio di esclusione. Essere volontaria sta diventando la migliore esperienza della sua vita, perché è una persona che ha bisogno di  imparare cose nuove ogni giorno, incontrare nuove persone, condividere la cultura e sentirsi soddisfatti di quello che fa. È molto sensibile, curiosa, allegra, entusiasta e accogliente. Si pone obiettivi nella vita e quando non lo li raggiunge si arrabbia, ma non molla. Ama essere circondata da persone speciali, perché per lei è molto importante la diversità. Ama viaggiare, incontrare nuove persone, un’altra lingua, un’altra cultura, grandi è piccole storie. Ma soprattutto ama il mare, è il suo rifugio, ascoltare suoni e vedere il riflesso della luna. per lei è meravigliosa la scoperta di nuovi luoghi, paesaggi e città, specialmente luoghi incantevoli. Un altro dei suoi piaceri è la musica, considerata come un motore che guida la nostra vita, c’è sempre una canzone per ogni esperienza o per identificare una persona. Con la musica ha scoperto anche altre culture e balli come la danza del ventre o indù. Non le piace l’inverno, preferisce la primavera o l’estate. Sostiene le persone che parlano negativamente di altri, arroganti, che non hanno personalità o hanno semplicemente paura di aprire la mente e il cuore agli altri. Nella sua vita ci sono due frasi, una che ha sempre detto alla gente: “Se vuoi, puoi, fallo”; l’altra è: “Tutto quella fai nella vita sarà insignificante, ma è molto importante da fare,  perché nessun altro lo farà per voi” (Mahatma Gandhi)

Jennifer Benard

Jennifer Benard

N

asce nel 1984 a Orleans in Francia, “emigrata” dal 1° ottobre 2011 a Roseto degli Abruzzi in seguito ad un’oscura storia di contrabbando di “pains au chocolat” (ma non possiamo dire di più né adesso, né mai…) Chiamata anche “Jeni” adora la vita, incontrare persone, sorridere, ballare, ridere, (È un po’ un cliché ma vero)! Adora soprattutto andare velocissima sulla strada con la sua bicicletta, passeggiare al mare, cantare “Hello” di Lionel Richie a squarcia gola e ballare a cavolo durante le feste. Detesta la cattiveria, la violenza, l’ipocrisia e il crème caramel. Frasi preferite: “Chiunque va in sella ad una bicicletta, è un amico mio” (Gary Fisher). “Quando ti svegli al mattino, ricordati quanto è prezioso il privilegio di vivere, di respirare, di essere felice” (Marc Aurèle) Ha studiato Sociologia e poi ha lavorato per tre anni nel settore del sociale prima di venire a Roseto per fare lo Servizio Volontario Europeo.

Magdalena Voll

Magda

È

nata 18 anni fa in Baviera la regione dove sono le Rhön, bellissime montagne. I primi 10 anni della sua vita li ha trascorsi in un piccolo paese, dopo si è trasferita nella città di Würzburg. In questa bella città lei ha frequentato il liceo artistico, dove si è diplomata nel 2011. Adesso è impegnata nel servizio volontario europeo a Roseto degli Abruzzi. Inizialmente lei voleva andare in Spagna, ma adesso è convinta che essere in Italia, lavorare a questo progetto con le persone che ha trovato lì è stata la cosa migliore che le potesse accadere. A Magda (in Italia i nomi sono sempre più corti…) piace tanto parlare quanto ascoltare la gente. Qualche volta pensa più ai problemi degli altri che ai suoi. È testarda però con un po’ di tenacia puoi farle cambiare idea se le fai capire che sbagliava. La musica ha fatto sempre parte della sua vita, negli ultimi anni ha capito che questa per lei è davvero una passione, le piace molto cantare con altre persone che condividono la sua stessa passione. A scuola lei ha preso lezioni di canto e ha fatto parte del coro. Non è molto brava ad imparare nuove lingue ma grazie allo SVE spera di riuscire a superare la sua pigrizia essendo adesso obbligata ad imparare l’italiano per “sopravvivere”.

Lena Heinrich

Lena2

S

Nata in Germania vicino a Darmstadt (Hessen) nel 1990. Quando aveva due anni si è trasferita a Regensburg,quando aveva sei anni a Wuerzburg, la città che adesso chiama il suo paese natale. Ha finito la scuola a giugno 2009 e adesso sta realizzando un progetto dello SVE in Italia, precisamente a Roseto degli Abruzzi, in Punto Europe Direct. Lena ama Italia, la natura, viaggiare, la gente e gli animali (ha due cani), ma anche la fisica e la tecnologia. A lei piace essere innovativa e sostenibile. Ecco perché partecipa al Greenpeace. Vorrebbe studiare qualcosa collegato con la tecnologia. Detesta gente che pensa solamente a se stesso e che non si interessa a nient’altro, e poi anche le persone che pensano solo ai soldi. Odia mangiare la carne, i computer che non funzionano bene, polluzione, sfruttamento delle persone, degli animali e di tutto altro. Ha problema con essere paziente (vorrebbe fare tutto il prima possibile), è troppo accurata (sempre vuole fare tutte le cose in modo perfetto) ed è troppo curiosa (vuole imparare tutto e esplorare tutto che ci circonda). E non sarà tranquilla fino al momento quando queste cose sono completate.

Guller Kirmizigul

guller2

S

i chiama Güller, ha 26 anni. Laureata in giornalismo all’Università di Scienza e Mezzi di Comunicazione. Ogni persona dice buone cose della sua famiglia, ma lei sempre aggiunge che prima di tutto la sua famiglia è di aiuto per lei in ogni momento, quando lei ha bisogno di consiglio c’è sempre qualcuno che da una mano a lei. Suo padre è ingegnere, sua madre è in pensione ma prima lavorava come impiegata per il governo. Suo fratello è studente all’università. A causa del lavoro di suo padre la sua famiglia ha vissuto in tanti posti in Turchia. Al contrario alla opinione comune lei pensa che questa situazione ha buon impatto nella sua vita. Quando viveva in tante città diverse ha imparato come adeguarsi all’ambiente nuovo e come affrontare i problemi. A lei piace nuotare, guardare F1 racing, leggere i libri, però di solito quando ha un po’ di tempo libero si dedica al mare e al cinema. Il cinema non è solo hobby – lei vorrebbe essere sceneggiatrice in futuro. Dopo laurea Güller mentre lavorava, ha scritto la sua prima sceneggiatura. Lei è anche interessata alla fotografia amateur. Una cosa caratteristica, che è entrambe vantaggio e svantaggio, è essere emozionata. Dicono di lei che è creativa, di gradevole compagnia, amichevole, gentile, allegra, ma anche un po’ mutevole. Un’altra cosa è che lei piange così spesso come ride.

Marta Maryniak

11_ sulla spiaggia

N

ata 22 anni fa a Bystrzyca Klodzka (la Bassa Slesia, sud-ovest della Polonia), città dove vive da sempre con la sua famiglia. Dicono di lei che sia simpatica, allegra, spontanea, intelligente, curiosa, aperta al mondo, sensibile e testarda; è determinata, prova a raggiungere i suoi obiettivi. Le piace tantissimo viaggiare, conoscere le persone nuove e le altre culture, studiare le lingue straniere soprattutto l’inglese e l’italiano, la musica, il mare e la montagna, la geografia, la natura e gli animali,  fotografare, dipingere e cucinare. Detesta la noia, il rumore delle città grandi, le persone arroganti e maleducate. La frase preferita: “Ascolta il tuo cuore. Esso conosce tutte le cose” Paulo Coelho Dopo il diploma di maturità ha studiato a Wroclaw, il capoluogo della Bassa Slesia. Nel 2008 ha passato l’esame di FCE(First Certificate in English). Laureata nel 2009 in Giornalismo e Comunicazione, specializzazione Public Relations e Comunicazione. Attualmente è volontaria del Servizio Volontario Europeo a Roseto degli Abruzzi dove svolge attività all’interno del Punto Europe Direct e del Centro Informa Giovani.